Home TEST TV BMW Con PRIMA il test della BMW R 1200 GS Adventure

Con PRIMA il test della BMW R 1200 GS Adventure

1616
0

Eh sì in tanti l’attendevano, soprattutto dopo l’arrivo nel 2013 della nuova BMW R1200GS con motore boxer raffreddato a liquido, e quando al Salone di Milano è stata mostrata, ha rappresentato di sicuro una delle novità più interessanti di questa stagione. La R1200GS Adventure si propone in tutta la sua concretezza, affidabile, generosa nelle linee e tremendamente divertente da guidare in qualsiasi condizione di guida…. Innanzitutto le scelte stilistiche, che subiscono tutte le modifiche imposte per l’ultima generazione GS e che si sposano perfettamente con lo stile turistico e fuoristradistico dell’Adventure. Sono molte le differenze con il precedente modello, innanzitutto si sente l’avancorsa più lungo, che passa da 89 a circa 93 mm e questo conferisce alla moto una notevole stabilità in velocità, senza toglier nulla alla maneggevolezza, supportata anche da un ammortizzatore di sterzo di serie. In realtà la nuova ADV è super equipaggiata soprattutto in termini di sospensioni. Intelligenti vengono denominate perchè in modo semi automatico si adattano alle caratteristiche di guida imposte, anche se sono diverse le condizioni di settaggio. Come sempre sincero e affidabile è la sospensione anteriore Telelever, che lavora costantemente con la molla centrale realizzata da Sachs per Bmw, la stessa azienda che cura anche il mono posteriore pluriregolabile elettronicamente. Proprio le sospensioni ci sembrano il punto di forza della nuova Adv, tutte le regolazioni sono sensibili e avvertibili, e fanno cambiare decisamente il modo di guidare la moto nelle diverse condizioni. Il tutto è supportato dalle 4 mappature che a secondo delle impostazioni, offrono il giusto livello di assistenza per l’ABS, controllo di trazione ed erogazione della potenza………..proprio sul terreno impostando la mappatura enduro, si riesce a capire quanto sia ben bilanciata la moto. In questa condizione infatti tutto è lasciato al pilota, disinserito ABS e controllo di trazione la sensibilità di chi guida fa la differenza e chi è più smaliziato può davvero divertirsi in un leggero off road.

R1200GS advI dati relativi alle dimensioni della R1200GS Adventure 2014 parlano di un peso in marcia di 260 kg, ma l’agilità della moto rende tutto molto semplice, sia a bordo che da fermi. L’aumento di peso probabilmente è giustificato dai radiatori del liquido di raffreddamento, dai 10 cm di ingombro laterale in più e da ruote più grandi, ora infatti troviamo un 120/70 e un 170/60 su cerchi da 19 e 17 pollici. Aumentati alcuni importanti valori, come ad esempio la potenza che dai 110 cavalli precedenti ora raggiunge il dato dichiarato di 125 a 7.750 g/min, mentre la coppia passa dai 12 ai 12,5 kgm a 6.500 g/min. In effetti proprio la coppia è una delle caratteristiche che più ci ha colpiti durante il nostro test. Anche nel leggero fuoristrada utilizzando la mappatura Enduro, il motore si mostra sempre fluido e generoso, e con marce alte giocando con la frizione si riesce a evitare il sottocoppia. I progettisti sono riusciti a mantenere le stesse misure all’interno dei cilindri conservando la cubatura di 1170 cm3, eppure la moto ha più potenza, più coppia e consuma di meno. Ora si riescono a percorrere 23 km con 1 litro mentre con l’Adventure precedente ci si fermava ai 21, il serbatoio però riduce la sua capienza a 30 litri, prima ne conteneva 33. Su strada la nuova Adventure presenta tutte le caratteristiche che hanno rappresentato il punto di forza di questa moto negli anni, e come da tradizione BMW tutto è migliorato. Ci è sembrato meno evidente anche l’effetto della trazione a cardano, la moto va piena ad ogni regime senza indugi e spostamenti laterali, ma questo si era evinto già l’anno scorso on la nuova 1200GS. Tutti i dubbi legati alle dimensioni che assillano chi per la prima volta sale a bordo di questa moto, vengono sfatati una volta avviato il motore, scoprendo l’assoluta semplicità di guida grazie anche al telaio sincero e dalle reazioni intuitive che completano i pareri positivi del nostro test. Il prezzo parte da 17.450 euro franco concessionario e BMW propone la vantaggiosa convenzione RC per tutti i possessori delle moto dell’elica che abbiano sottoscritto la tessera con un club ufficiale.

Grazie a PRIMA BMW Motorrad Via Orazio 73 Napoli