Home ENDURO Campano Lucano Enduro prova 6 Sant’Angelo Alife (CE) Servizio tv più integrali...

Campano Lucano Enduro prova 6 Sant’Angelo Alife (CE) Servizio tv più integrali tv

1394
0

GUARDALO IN HD


lullo enduroSi è chiusa nel migliore dei modi la stagione 2014 del Campionato Campano Enduro FMI con la sesta prova svolta a Sant’Angelo di Alife (CE) valevole anche per il Trofeo KTM Di Guida. Una gara non prevista dal calendario e a causa del forfait del moto club Lu Canu Morde che doveva organizzare l’ultima tappa in Basilicata, ha trovato luogo nel parco nazionale del Matese dove da diversi anni il gruppo del Moto Club Monello guidato dal presidente Pino Ciaburro pianifica uscite e motocavalcate, che hanno fatto da esperienza per aggiudicarsi il campionato regionale. In realtà si è assistito ad un primo esperimento organizzativo che ha visto la fusione di ben 3 gruppi di lavoro operanti nel casertano e cioè il MC Monello, MC Kaiatia e Pianeta Moto. Miscela più che riuscita nonostante la cospicua presenza di piloti, ben 109 e l’introduzione dell’ora legale, che ha pressato tutte le operazioni giornaliere.

Rinaldi enduroCiliegina della giornata la presenza del 4 volte campione del mondo Mario Rinaldi (foto in copertina), che con la sua splendida compagna si è cimentato nella ps regalando momenti di spettacolo unico. Rinaldi si è poi reso disponibile per tutti i fan per foto ed autografi e ha dispensato una serie di consigli sulle tecniche di guida, di cui tutti hanno fatto tesoro. Puntuali alle 10:30 si è partiti con i 3 giri previsti e 4 prove speciali in un fettucciato spettacolare che proponeva un misto di traiettorie veloci, tecniche e insidiose, che hanno messo a dura prova tutti i partecipanti. Meno impegnativo il trasferimento in montagna ma comunque affascinante per la tipologia di fondi e ambientazione che si susseguivano nei 30 km previsti, anche se di questi la metà era in asfalto. Ma si sapeva che per poter realizzare e ultimare al meglio questa prova, la stessa doveva offrire sì un contenuto tecnico elevato ma comunque ridimensionato per svolgere in tempo e senza grossi intoppi quella che di fatto è stata la prima gara in assoluto organizzata dal MC Monello.

team di guidaIniziamo subito dall’assoluta di giornata che è andata a Damiano Lullo (vincitore E1) che come in tutta la stagione ha affrontato ancora una volta un velocissimo Francesco Grosso (secondo in E1) capace di tenere testa a Lullo in ogni gara. I due, grandi amici nel paddock, si sono alternati alla vittoria per tutto il campionato e anche a S’Angelo è stato un notevole testa a testa. Addirittura nella ps2 Lullo aveva un vantaggio di 3 decimi. Poi nel penultimo crono l’errore di Grosso che così facendo ha permesso a Lullo di vincere la tappa sul Matese e anche il titolo 2014. Terzo assoluto Tommaso Consales che vince anche in E2 e il campionato di questa categoria, mentre terzo della E1 chiude Francesco Cerone. Completano il podio della E2 Ernesto Carmando e Nicola Della Rossa.

enduroNella E3 per poco più di 1 secondo vince l’assoluta Fabio Pignata su Donato Piscitiello, mentre segue a 47” Angelo Paesano. Pignata vince il campionato della E3 e lo segue nella vittoria anche il compagno di team Danilo Coglianese nella T1 che vince a Sant’Angelo con 5” di vantaggio sul giovane Michele Senese e porta a casa la vittoria stagionale. Terzo in T1 il napoletano Marcello Scardi. La T2 vede la vittoria di Patrizio Plaitano su Vincenzo Rio e Alessandro Taglianetti ma è quest’ultmo a vincere il titolo 2014. Andrea Dell’Orto fa bottino pieno in questo 2014 di tutte le gare e non si smentisce nemmeno sul Matese vincendo su Giuseppe Santopaolo e Stanislao Mingione. Al pilota del MC Oliveto Citra va la vittoria del campionato T3. Sono 10 i secondi di distacco totale tra Vittorio Cerra e Lorenzo Pascale nella classe Veteran. Terzo sul podio c’è il napoletano Mario Greco, ma il titolo va ancora una volta a Cerra oramai imbattibile in questa categoria.

de filippo enduroRaffaele Farina e Antonio Salemme compongono il podio della classe 50cc e Giovanni Fiondella e Alfonso Pennacchio la Mini85, ma presto vedremo questi giovanissimi in classi superiori. 34 sono i piloti amatoriali suddivisi in A1 e Aopen secondo le cilindrate utilizzate. In A1 Bruno Siano vince l’assoluta per soli 2 secondi su Vincenzo Colacchio, mentre terzo chiude Alessandro Salemme. Siano si aggiudica il titolo 2014 e dedica la vittoria a moglie e figli. In Aopen vince come un fulmine Vincenzo Rega che si gode la vittoria in casa ma soprattutto il suo primo titolo di categoria. Buona affluenza di piloti per la sfida della Enduro Sprint, saranno in tutto 17 e a vincere è Alfonso Zoccola che stacca di circa 50” Antonello Pennacchio, mentre sul terzo gradino del podio sale Giovanni Nespoli

Foto Dobermastyle e Alfonso Mondrone