Home EVENTI Natura e cultura per la 100 Miglia del Sud Italia (clip tv)

Natura e cultura per la 100 Miglia del Sud Italia (clip tv)

702
0

Si è svolta della 7a edizione la 100 Miglia del Sud Italia in quad e ancora una volta il Moto Club Caserta e l’associazione I Tassellati sono riusciti a trovare una nuova location per la manifestazione. Siamo nella frazione di Carinola a pochi passi dalla bellissima Sessa Aurunca (CE), di cui comune ha patrocinato l’evento, al confine con il parco regionale del vulcano di Roccamonfina. Anche il comune di quest’ultima cittadina ha affiancato gli organizzatori. Uno scenario meraviglioso immerso nella natura incontaminata, sapientemente protetta dalle autorità locali ma soprattutto dalla gente del luogo, legata al territorio in maniera viscerale.

Non poteva poi esserci migliore base logistica perché la 100 Miglia di quest’anno si è avvalsa della struttura di Cascine e Dintorni che con le sue innumerevoli attività, ha intrattenuto i partecipanti sin dal loro arrivo. Gli ospiti hanno infatti goduto della sistemazione in camere a loro riservate, del rilassante percorso spa, della palestra, dell’area ludica con il bowling e biliardo, ma anche degli spazi esterni vista la presenza di un maneggio e soprattutto del circuito off road realizzato dalla famiglia Acerra proprietaria del complesso. L’edizione 2019 della 100 Miglia del Sud Italia è stata anche battezzata come 1° Memorial Aniello Acerra, capostipite di questa famiglia, scomparso prematuramente e da sempre legato a questi luoghi.

Sono 93 i partecipanti alla 100 Miglia del Sud Italia 2019, provenienti dalle regioni limitrofe e non solo. Abbiamo registrato la presenza di siciliani, lucani e pugliesi, oltre al gruppo di molisani guidato da Michele Rosa di Moto&moto, partner della manifestazione. Folta ovviamente anche la squadra campana condotta da Gaetano De Filippo di Fuorigiri Caserta, altro sponsor dell’evento. Tutti a bordo di quad e side by side lungo i 53 km di percorso, molto apprezzato e scorrevole, studiato anche per i veicoli di grande mole, aspetto spesso trascurato nelle giornate in quad, dove si è alla ricerca di passaggi più tecnici possibili.

La fluidità dei sentieri tracciati dal Moto Club Caserta ha dato a tutti la possibilità di divertirsi e godere di luoghi dalla bellezza straordinaria, dove storia, natura e cultura si fondono in unico elemento. Prova ne è stata la sosta a Valogno, dopo aver attraversato Marzuli, Ponte e Fontanafredda. La città degli artisti ha accolto il gruppo di quaddisti con l’associazione culturale Il Risveglio, che ha condotto i partecipanti nel giro artistico di Valogno, dove artisti provenienti da tutto il mondo hanno realizzato opere di vario genere sulle mura della cittadina. Alla fine il rientro a Cascine e Dintorni per il consueto pranzo e l’estrazione dei premi messi in palio dagli sponsor, ai quali sono andati i ringraziamenti degli organizzatori: Giuseppe Leonetti, Michele Mirante, Michele Petraglia e Mario Di Maio.