Home NEWS NINFIO TEST: Comparativa Streetfighter 848 e Brutale 800

NINFIO TEST: Comparativa Streetfighter 848 e Brutale 800

431
0

Una nuova sfida per Lello contro Lello lanciata da Nino Fiore e lo staff di Ninfiomotori.it il più grande centro di moto usate del Sud Italia. Saremo in compagnia delle due naked italiane più amate di sempre: la Ducati Streetfighter 848 e la MV Agusta Brutale 800, provate su per i tornanti del Vesuvio, in uno scenario unico in tutto il pianeta!

Ducati Streetfighter 848

Arriva nel 2011 dopo il successo della sorella di maggiore cilindrata da 1.100, quest’ultima irruente, spigolosa e impegnativa. Con la cubatura  da 848 Ducati risponde alle esigenze di chi aveva molto amato la Streetfighter precedente e avrebbe preferito una moto più docile da gestire, ma allo stesso tempo bella e rabbiosa. In ordine di marcia sono circa 200 i Kg da portare in giro ma complici i 10 Kgm di coppia e i 132 cavalli del bicilindrico a L la moto si guida con disinvoltura e divertimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Nel 2015 aveva un prezzo di 12.740 euro e rappresenta oggi ma lo farà anche domani, una delle moto più gettonate sul mercato dell’usato.

MV Agusta Brutale

Di certo è la naked più amata di sempre, dal lancio ufficiale avvenuto nel lontano 2001 sono state decine di migliaia i modelli venduti in  tutto il mondo. Tant’è che la casa Varesina l’ha proposta in tantissime declinazioni e cilindrate. E’ passata dal 4 cilindri in linea fronte marcia, al favoloso 3 cilindri da 675 e 800 cc. Quest’ultimo senza dubbio il più indovinato, grazie alle caratteristiche inedite di questo propulsore, che offre 125 cavalli e 8 Kgm di coppia, il tutto sotto ai 200 Kg di peso in marcia. Nel 2014 aveva un costo di 11.080 euro ed è anch’essa un ottima partita di giro tra i veicoli di seconda mano.