Home NEWS Progetto Moto Quartiere a Napoli…?

Progetto Moto Quartiere a Napoli…?

1745
0

CRN NapoliVia Scarfoglio a Napoli rischia sempre più di diventare il polo dell’eccellenze nel settore motociclistico e chissà se non si è già sulla buona strada (che personalmente da anni auspico) e cioè verso la realizzazione del Moto Quartiere della città, progetto già riuscito per esempio a Milano. Ho visitato di recente il polo del capoluogo lombardo, apprezzando dal vivo le caratteristiche sviluppate intorno alla nostra passione, con l’unione di diversi elaboratori, officine specializzate, store di abbigliamento tecnico e locali di ristorazione strettamente in tema. E’ stato un pò come trascorrere qualche ora nel paese dei balocchi e mi auguravo presto di poter vive un’esperienza del genere nella mia amata città. Dicevo di via Scarfoglio ad Agnano che è sempre stato per tutti il luogo dove si trovava la Nato e da quando gli americani hanno lasciato la loro area trasferendosi nella stupenda base di Lago Patria, la zona ha perso un pò quell’importanza strategica. Importante è anche la presenza delle più grandi concessionarie di auto, ma da tempo anche aziende del comparto moto vi si sono trasferite. Innanzitutto c’è Harley-Davidson Napoli che dal 1992 rappresenta degnamente il marchio americano e che si è spostata dalla storica struttura di Viale Colli Aminei. Un salone fantastico a due piani dove si respira l’aria gloriosa e piena di fascino che solo le moto di Milwaukee sanno regalare. Dapprima però era stata la Supertre Triumph Napoli a raggiungere Via Antiniana (già Pozzuoli) prolungamento di Via Scarfoglio, realizzando un’esposizione ancora più curata rispetto alla precedente di Via Manzoni. Poi l’arrivo di Ecosistemi Group nuova azienda che però nasce dall’esperienza di un gruppo di imprenditori che hanno fatto della loro mission la mobilità sostenibile. Nell’ampia struttura l’esposizione offre ogni tipo di soluzione, dalle bici con pedalata assistita, agli scooter, auto e minicargo elettrici.

MDC softsterInfine  la chicca più gustosa finora con il trasferimento di CRN (Café Racer Napoli) nata dall’idea e dall’esperienza della famiglia Langella da anni leader in Campania nell’assistenza Ducati. La visita nella loro nuova officina è stata davvero un toccasana per me, ma lo sarebbe stato per chiunque abbia a cuore le sorti del nostro settore in città. Tutti i minimi dettagli sono stati curati nella struttura di CRN. Davanti alla sede anche un enorme piazzale dove già pregustavo la creazione di eventi motociclistici. Sui ponti in officina poi le più interessanti trasformazioni su base Ducati, Moto Guzzi che lo staff con orgoglio mi ha sapientemente descritto. Il settore delle elaborazioni e delle trasformazioni è in fermento in questo periodo, prova ne sono le nostre collaborazioni con Moto Design Customs che nell’ultimo anno ci ha mostrato moto fantastiche realizzate nelle officine di Pianura (non distante da Via Scarfoglio). Il desiderio sarebbe quello di vedere sempre più aziende del settore avvicinarsi a questa idea e provare a trovare collocazione in questa strada, a patto che i proprietari dei tanti locali VUOTI ridimensionino le richieste di locazione. Immagino intere famiglie o gruppi di appassionati trascorrere giornate intere visitando tutte le realtà del settore e magari restarci a cena in uno dei locali a tema.

Lello Vaccaro