Home TEST TV HONDA Prova “X-END” KIT per Honda X-ADV by Honda Palace Napoli

Prova “X-END” KIT per Honda X-ADV by Honda Palace Napoli

7346
0

Con il progetto X-ADV Honda ha dimostrato tutto il suo potenziale costruttivo e la risposta in termini di entusiasmo del pubblico e di vendite non si è fatta attendere. X-ADV è diventato in pochi mesi il veicolo di riferimento e oggi è ormai un best seller destinato a battere tutti i record. Sull’onda di questo successo si è lanciato il reparto marketing di HONDA PALACE NAPOLI capace di raccogliere la sfida della casa madre nella concezione di un prototipo che la RollFactory Design di Antonio Rullo ha poi realizzato. Il risultato si chiama X-END ed è andato a vincere il contest promosso da Honda con la premiazione ad Eicma 2017. Oggi questo modello diventa un kit di montaggio del modello base, destinato a chi ha nel suo DNA la voglia di fuoristrada e di avventura, visto che X-END è capace di affrontare ostacoli non propriamente trialistici eppure impegnativi. La sigla End sta proprio per Enduro, e non è stato semplice per RulloFactory Design adattare X-END per l’uso più estremo, visto che il progetto aveva comunque un budget da non sforare. Si è iniziato dai cerchi con la sostituzione di quello anteriore con misura 19” su canali Exel ma con raggi realizzati a mano per utilizzare poi camere d’aria. Al posteriore il cerchio 17 non ha avuto particolare difficoltà nel suo inserimento, visto che il forcellone posteriore aveva le giuste misure per accoglierlo. In totale X-END ha guadagnato poco più di 2 cm da terra rispetto a X-ADV.

Altro tema rognoso da affrontare riguardava le sospensioni. All’anteriore gli steli di serie sono stati associati ad una nuova piastra inferiore a coda di rondine in alluminio ricavata dal pieno, studiata per il carico ed il peso della moto, che ha dato la possibilità di allungare la forcella di ben 58 mm. Con la rivisitazione delle molle il tutto è stato reso un po’ più performante per l’enduro. Avendo allungato la forcella il vuoto creato è stato compensato con riser e boccole che esteticamente svolgono la funzione originale emulando la forcella, ma al loro interno sono stati inseriti due strumenti aggiuntivi: un voltmetro in scala impermeabile e a sinistra una doppia presa USB a tenuta stagna, entrambe le boccole possono essere rimosse facilmente per permettere l’accesso alla regolazione delle forcelle. Anche il mono posteriore è di serie, solo opportunamente rivisto per l’utilizzo più rapido sullo sconnesso.

Lo scarico è stato completamente ricostruito a mano con il finale Termignoni modello Revelance. Un impianto che ha alleggerito X-END ma soprattutto regalato un erogazione più rapida e progressiva e anche più lineare. Altri lavori hanno riguardato tutto l’impianto elettrico opportunamente adattato e con l’aggiunta di un interruttore per disinserire l’ABS. Alle pedane optional che Honda fornisce ne è stata associata una meno ingombrante di X-ADV per ottimizzare i lunghi spostamenti, anche se per la guida in fuoristrada non vengono mai utilizzati, grazie alla comodità della posizione e della fattura delle pedane off road.

Esteticamente X-END mostra il piatto più forte, anche se si è cercato di non snaturare le forme già affascinanti di X-ADV. Troviamo un frontale che guadagna un piccolo parafango dal design innovativo e una piastra paramotore realizzata a mano. Le carene posteriori che accolgono una nuova sella e il suo vano inferiore sono state progettate in 3D. Proprio la sella ha una forma dritta, tappezzata con materiali anti scivolo ed è ideata con un  sistema dinamico, permette di chiudere l’interno coscia che tendeva ad aprirsi in quanto la seduta si è alzata di 40 mm circa. Ricostruito anche il telaietto posteriore che sostiene il faro originale con portatarga  e frecce after market. La livrea e la tabella porta numero danno la giusta idea dell’aspetto racing che si è voluto offrire a X-END.

Tutte le modifiche del kit X-END hanno portato l’ago della bilancia a scendere di circa 25 chilogrammi per un peso complessivo che non supera i 200. Interessante è la possibilità di riportare in pochi step X-END alla versione originale di X-ADV, il tutto per il costo complessivo di 14.500 euro. In azione sul nostro campetto test abbiamo potuto godere delle caratteristiche che RulloFactory Design ha impresso a X-END, centrando in pieno la volontà di Honda Palace Napoli e cioè quella di offrire al pubblico un veicolo bello e funzionale al tempo stesso, ricerca continua dell’utente moderno.